Questa linea serve per ottenere film plastici a 2 o più strati mediante un processo di accoppiamento.
Il processo di lavorazione consiste nell'accoppiare i film presi da due zone di svolgimento, in un unico film incollato, pressato in un sistema di calandre e riavvolto in bobine. Tra gli elementi di maggiore interesse, il sistema di cambio bobina eseguito in automatico senza necessità di fermare la macchina.
L’impianto si può suddividere in 4 zone:
- Zona di carico dei film: consiste in 2 aree di svolgimento con gestione automatica del cambio bobina (posizionate su un supporto a stella rotante). Sono presenti in ogni area: un motore per la rotazione della stella, un motore per la messa in rotazione della bobina da caricare, un motore per la frenatura della bobina in lavorazione, un sistema di ballerini per il mantenimento della corretta tensione di tiro in lavorazione e durante la fase di cambio bobina, un gruppo di centratura ed un gruppo di taglio film gestiti con elettrovalvole e cilindri pneumatici, infine un pulpito di comando per permettere la gestione manuale della zona. 
- Zona di trattamento: area nella quale viene depositato uno strato di colla sul film di supporto, eseguito un trattamento di asciugatura dell’adesivo e riscaldamento attraverso dei forni ed un trattamento elettrostatico.
- Giunzione: per mezzo di un sistema di calandre le due pellicole vengono messe a contatto ed incollate tra loro. La temperatura viene gestita per mezzo di un sistema ad olio diatermico sulle calandre. 
- Zona avvolgimento: è presente un supporto a stella ed un sistema di ballerini per la gestione del cambio bobina, il trascinamento viene garantito da due motori, il giusto livello di trazione viene rilevato da un sistema a celle di carico. 
Corredano l'impianto un paranco per il carico e scarico delle bobine, 5 ventilatori per il raffreddamento dei motori e dei forni, un pulpito per la gestione della linea.